Il Centro Sportivo Peter Pan torna alle origini dello sport

Lo sport più antico per i più giovani

Chiunque abbia visitato il centro sportivo Peter Pan, che si trova a Roma Est nel quartiere di Casterlverde,  è stato accolto dalla riproduzione della famosa statua del discobolo di Mirone del V secolo a.C., un atleta raffigurato nell’atto di lanciare il disco, durante una competizione sportiva. Testimonianza chiara di quanto alcune discipline dell’atletica leggera, come lancio del disco, corsa, salto si svolgevano fin dall’antica Grecia. 

E dal remoto passato, il centro sportivo Peter Pan tiene il passo con i tempi, e complici le ristrettezze dovute alla pandemia del Covid-19, e il favorire e il rifiorire dello sport svolto all’aria aperta, è pronto ad accogliere una novità nel bouquet degli sport offerti: l’atletica leggera per i più piccoli.

I bambini e ragazzi tra i 6 e i 16 anni sono guidati da mani esperte ad esercitarsi in movimenti di base, che ogni bambino e adolescente possiede naturalmente.

Correre, saltare, rotolarsi in terra, fare lanci, che nelle generazioni passate erano attività quotidiane, che permettevano di sviluppare con destrezza gli schemi motori di base.

Al contrario, oggi le nuove generazioni, sempre di più attratte magneticamente agli schermi di qualsiasi tipo, smartphone, laptop, e le varie console, non possono che godere dei benefici di questa disciplina.

Nondimeno importante è l’accento sul carattere individuale di questo sport, che aiuta i ragazzi a mettersi alla prova con se stessi e affrontare le difficoltà e i propri limiti, anche come metafora della vita, dove non mancano  sfide e ostacoli da superare.

Questo sport, però, è anche espressione di collaborazione, unione, di aiuto reciproco, come nella specificità di squadra della staffetta.

Ancora è vivida l’immagine alle Olimpiadi di Tokio, della staffetta dei 4x100m piani uomini, dove i campioni italiani hanno trionfato grazie anche alla capacità di credere in se stessi e in un sogno che sembrava impossibile.

Chissà se dal CS Peter Pan i sogni diventeranno realtà e usciranno dei nuovi campioni come i nostri grandi azzurri Marcel Jocobs, Gianmarco Tamberi e Filippo Tortu.